Corriere della Sera - ITA (2022-04-30)

(EriveltonMoraes) #1


2 Sabato^30 Aprile^2022 CorrieredellaSera


SCONTRI E


Da Zaporizhzhiadovrebberopartiregli autobusdestinati


aportarein salvoicivili ancoraintrappolatinei cuniculi


dell’acciaieria.Ma le speranzedi successosono minime


Primopiano LaguerrainEuropa


BombardamentiAlcunivolontarieuominidelserviziodiemergenzaucrainospostanoun’autodanneggiatadaunattaccomissilisticorussoaZaporizhzhia(Epa/PilipeyRomano)


ZAPORIZHZHIAPiù se ne parlae
menosembrafattibilel’eva-
cuazionedei civilieferiti ac-
campatinei sotterraneidel-
l’acciaieriaAzovstal di Mariu-
pol. Ben poco pare funzionare
nei negoziatitra Kiev e Mosca,
per ora resta fortesoltantoil
linguaggiodellaguerra.L’of-
fensivamilitarerussaconti-
nua senzasosta,specielungo
il Donbass,contrastatacon ef-
fettodalle forzeucraine.Ma
qui a Zaporizhzhianellestrut-
ture di accoglienzadeglisfol-
lati in fuga dall’invasionerus-
sa sono in tantiaprovarci: si
tratta di portare in salvo verso
le lineeucraineil migliaiodi
civiliecentinaiadi feriti in-
trappolati.IlsindacodiMa-
riupol,VadymBoichenko, ai
medialocali specificache,
primache le esplosionitre
giorni fa danneggiassero il

tunnel-ospedale,«i feriti era-
no 170, adessosonosalitia ol-
tre600».La novità sta nella
decisionedell’Onudi tentare
un «corridoioumanitario»
dallaAzovstal econ questa
missionesta arrivandoaZa-
porizhzhiala rappresentante
specialedel PalazzodiVetro
nel Paese, OsnatLubrani.

Gliautobus
Qui ifunzionarilocali, come
già nel passato, enfatizzanola
partenzadellecolonnedi bus
che dovrebberorecuperarei
civili.Se poi andassemale,sa-
rebbe comunquecolpa dei
russi.«Abbiamogià fatto an-
dareversoMariupol40 bus
con la capacitàdi 60 posticia-
scuno.Ma, tra blocchi milita-
ri, controlli e stradepericolo-

se sarannonecessarialmeno
tre giorniper il loro ritorno»,
spiegaAleksiiSavytskyi,re-
sponsabiledel centrodipri-
ma accoglienza.Asuo dire
non ci sarebberoambulanze
per i feriti. «Verrannoadagiati
nel corridoiotra i sedili»,ag-
giunge.Il portavocedell’am-
ministrazioneregionale,Vla-
dimirMarciuk,ribadiscetut-
taviache la difficoltàdelle
trattative è legataalla sorte dei
circa 1.500-2.000combattenti
decisiaresistere. «Se Putin
ponecome condizionela loro
resa per lasciare evacuare civi-
li e feriti alloranon se ne farà
nulla.I soldatiancora in gra-
do di combatterenon alzano
le braccia»,insiste. L’amara
realtà resta che sinoad ora i
corridoiumanitarinon hanno

mai funzionato. «La grande
maggioranzadeglisfollatiè
arrivata in modoindipenden-
te su auto private e hannodo-
vuto negoziare personalmen-
te ilorospostamenticoni
russi.Le trattativesono sem-
pre state tra responsabilimili-
tari di bassorangodispiegati
sul territorio e non hannomai
vistoundialogodirettotra i
responsabilipoliticidei due
Paesi»,dice Marciuk.

Leminaccedeirussi
Ma anchequesto tipo di con-
tattisi fa via via semprepiù
complicato. Moscatornaa
minacciarerappresagliedu-
rissimecontroibombarda-
mentisullesue città e basi mi-
litari.Igovernatori dellere-
gionifrontalierediKurske

Bryanskdenuncianotiri di
mortaiodallepostazioni
ucraine,che a loro dire sareb-
berostate«annientate» dal-
l’artiglieriarussa.Comegià
avvenutoper il raid controi
depositidi carburante russia
Belgorod negliultimigiorni
di marzo (raidperaltro mai ri-
vendicatodaKiev),Mosca
presentaipropri bombarda-
mentinel cuoredell’Ucraina
anchecome una rispostaagli
attacchi sul suo territorio.
Il ritmodellaguerraresta
tuttavia dettatodalle opera-
zionimilitarirussenel Don-
bass.La «secondafase»,dopo
il fallimentodell’offensiva
controKiev, si concentrain-
fattinelle regioniorientalie
meridionalidel Paese.Ma,
dopoquasiun mesedi batta-

dalnostroinviato
LorenzoCremonesi

Corriere.it
Guardasulsito
del«Corriere
dellaSera»
tuttigli
aggiornamenti
intemporeale
sullaguerra
inUcraina


Lafabbrica-labirinto

AZOVSTAL


È la fabbrica-cittàa Mariupol(inaltola
nubedifumonerosprigionatasidopo
attacchidell’esercitorusso,fotoAnsa)
dove i soldatiucrainisi sonoasserragliatie
rifiutanodi arrendersi.

Mariupol, l’ultima missione


«Seicentoferiti nell’acciaieria»,l’Onupianifical’evacuazione.Attacchial checkpointin territoriorusso


MilanoviaGesù 9
tel. +3 90276005050
Free download pdf